Mazzon al Trofeo delle Regioni di beach volley

a cura di Simone

TREVISO - Il nostro capitano Riccardo Mazzon difenderà i colori della Regione Veneto al Trofeo delle Regioni di Beach Volley che si apriranno venerdì 19 luglio e termineranno domenica 21 in terra umbra. Ormai è tempo di scendere in campo in questa decima edizione del Trofeo delle Regioni di beach volley a Vasto Marina, provincia di Chieti. Il Veneto giocherà, nel tabellone maschile, con la coppia formata da Riccardo Mazzon e Nicolò Seveglievich; un binomio scelto dal selezionatore regionale Alessandro Rigo dopo un mese di intenso lavoro, iniziato lunedì 17 giugno al Centro Sportivo Gaia di Limena con 15 ragazzi e giunto a compimento proprio con gli atleti di Volley Treviso e Pallavolo Padova.


"Noi partiamo sempre con buone aspettative, ma soltanto quando arriveremo lì scopriremo cosa c'è nel "mercato", anche perché ogni anno le cose cambiano e le coppie si rinnovano" spiega proprio Alessandro Rigo "I miei ragazzi sono migliorati moltissimo in questo mese di allenamenti, per cui non posso lamentarmi: presi dall'indoor, si sono messi a disposizione e hanno fatto progressi enormi, anche se è ovvio che per trasformare un pallavolista puro in beacher ci vorrebbe più tempo, perché sono due sport molto diversi. Anche solo il fatto di muoversi su una superficie come la sabbia comporta meccanismi ed adattamenti complessi, che non sono affatto scontati; tanto meno se in tutto abbiamo potuto fare soltanto una quindicina di giorni di allenamento, considerando che i primi sono serviti più per visionare e selezionare i candidati".
Che non sarà un Trofeo delle Regioni semplice, Rigo ne è ben conscio: "Da questo TdR mi aspetto un piazzamento consono alle nostre potenzialità, delle quali, però, avremo piena coscienza soltanto quando scenderemo in campo. Di sicuro non partiamo per l'Abruzzo con l'illusione di vincere: ci sono alcune regioni che, probabilmente, sono uno scalino sopra; e dico "probabilmente" perché finché non vedremo all'opera tutte le Selezioni non ne avremo la certezza. Quando parti per un Trofeo delle Regioni non sai mai cosa troverai dall'altra parte della rete. Certo, se poi alcune regioni non saranno al livello dello scorso anno, tanto meglio; per noi l'importante sarà migliorare il nono posto del 2012".
"La ricetta per queste Kinderiadi? Avere tanto rispetto dell'avversario, esprimendo sempre al massimo ciò che si può dare" conclude il selezionatore maschile del Veneto "Solo così troveremo le forze per fare del nostro meglio. L'atteggiamento, quindi, sarà determinante".

La coppia veneta ha chiuso il torneo al settimo posto

Torna indietro