Volley Treviso seconda al Trofeo Biasin

a cura di Simone

TREVISO – Si è concluso sabato scorso a Trebaseleghe, il “Memorial Alex ed Elena Biasin", il torneo organizzato con lo scopo di ricordare i due fratelli scomparsi nel 2010 in seguito di un tragico incidente stradale, che costituisce un vero e proprio precampionato con squadre di serie B2 come i padroni di casa del Silvolley Trebaseleghe, Volley Treviso, l’Arrex Ve Bibione, e la pallavolo Belluno che parteciperà invece alla serie C. Nella prima giornata la vittoria è andata alla formazione del Silvolley, che ha superato 3-2 i ragazzi di Michele Zanin, che hanno subito ripreso in mano la situazione vincendo invece in casa contro il San Donà per 3-1 nella seconda. Durante la terza giornata Volley Treviso ha perso la gara al tie-break contro il Belluno, risultato comunque utile per portare a casa il punto necessario alla qualificazione per la finale 1°-2° posto. La partita decisiva si è svolta nel palazzetto di Trebaseleghe dove i padroni di casa del Silvolley hanno vinto per 3-1 contro i giovani del club trevigiano. "E' stata l’occasione per fare un buon allenamento, testare diverse formazioni, cambiare rotazioni e sestetto, e potersi confrontare con avversari nuovi” ha spiegato a fine torneo l'allenatore Michele Zanin, che ha poi aggiunto come i ragazzi in campo "si siano dimostrati volenterosi, cercando di recuperare molti palloni anche fase di difesa e in copertura, mantenendo un discreto atteggiamento”. Non è stato solo il nostro tecnico ad apprezzare la condotta dei ragazzi, che infatti hanno ottenuto anche qualche premio individuale. Sebastiano Marsili è stato infatti nominato miglior palleggiatore del torneo, e il nuovo arrivo di Volley Treviso, Flavio Amouah detto “Mamba”, ha saputo mettersi in luce fin da subito aggiudicandosi il premio di miglior attaccante. Sabato prossimo invece sarà già tempo di campionato. La squadra ha messo in mostra alcune buone potenzialità sui ovviamente ci sarà da lavorare, ma sicuramente ha dimostrato di possedere le carte in regola per giocarsi un buon campionato.

Torna indietro