UN GIOVANE ARTISTA NELLA SERIE B OROGRANATA: MATTEO PEGORARO E IL “DOODLING”

a cura di Valentina

Matteo Pegoraro, schiacciatore della serie B di Volley Treviso, ha un’altra grande passione oltre alla pallavolo: si tratta del doodling (letteralmente “scarabocchiare”), una tecnica di disegno che consiste nel riprodurre su carta dei soggetti reali o astratti attraverso dei disegnini intrecciati come quelli che a chiunque sarà capitato di fare distrattamente sui bordi dei quaderni. “La passione per il disegno è nata quasi per caso un paio di anni fa – ci racconta MatteoHo iniziato a fare dei disegni a penna e mi è piaciuto immediatamente. Ho scoperto dopo poco tempo la tecnica del doodling, che mi ha incuriosito molto: l’ho provata e mi ha dato subito tanta soddisfazione”.

Matteo, che abita a Silvelle di Trebaseleghe, frequenta il liceo delle scienze umane al Nightingale di Castelfranco: “Me la cavo bene a scuola – ammette – Quest’anno ci sarà la maturità e sto valutando quale università frequentare: vorrei diventare assistente sociale o formatore/educatore. Mi piace aiutare le persone. Vorrei già provare a fare qualche test di ingresso prima della fine dell’anno scolastico”.

Studi ai quali continuerà ad affiancare la sua passione per il volley: “Ho iniziato a giocare a pallavolo a Silvelle in quarta elementare, e non ho più smesso. Ho sempre giocato al Silvolley, poi prima di questa stagione mi ha chiamato Volley Treviso e non mi sono lasciato sfuggire l’occasione. Questa è una grande società, ben organizzata e con uno staff eccellente. Devo dire che è un bell’impegno venire a Treviso tutti i giorni per gli allenamenti, ma lo faccio con grande piacere. Avendo già preso la patente sono autonomo negli spostamenti e condivido parte del tragitto con Federico (Crosato, ndr) che abita lungo la strada che faccio per venire in Ghirada, così ci facciamo compagnia”.

E il doodling, è destinato ad avere sempre maggiore spazio nella tua vita? “Per ora è un hobby che mi piace davvero tanto e mi rilassa. Ciò non toglie che cerco sempre di migliorarmi: sono un autodidatta e vedo che esercitandomi costantemente faccio progressi. Mi piace perché è una tecnica nella quale, una volta impostato il disegno, non devo pensare troppo a cosa fare, devo solo lasciar fluire la penna. E’ molto rilassante e cerco di dedicarci un po’ di tempo ogni giorno. Per ora i miei soggetti preferiti sono gli animali, ma cerco di sperimentare sempre qualcosa di nuovo”. E' possibile vedere le sue creazioni sul suo profilo Instagram @doodl_ink.

Noi per ora facciamo un in bocca al lupo a “Pego” e lo ringraziamo per la sua versione del logo orogranata che ha realizzato in questi giorni utilizzando diverse tecniche di disegno.

Matteo all'opera e un dettaglio della sua versione del logo orogranata

Torna indietro