SERIE B: SABATO IN CAMPO PER LA "CLASSICA" CONTRO BIBIONE MARE VE

a cura di Claudio

Un big match attende l'Under 19 di coach Zanin che Sabato alle 21.00 (Palasport Barbazza) sfiderà i padroni di casa del Bibione Mare Veneto Gas VE per la sesta giornata del campionato di Serie B. 
Anche in questa gara, nel quadrato avversario, i giovani orogranata incontreranno tanti giocatori che nelle passate stagioni hanno indossato la loro stessa maglia. 
Una doppia sana rivalità quindi scenderà in campo: la consueta voglia di vittoria che nasce in qualsiasi gara di campionato unita ad un confronto tra passato e presente. 
A condire tutto ciò c'è la storia e la tradizione. Treviso-San Donà (oggi unita a Bibione) è un classico di questo campionato e come tutte le classiche che si rispettino regala emozioni speciali. 
Gli orogranata vengono da un buon momento che li ha visti, nell'ultimo match, imporsi al tie break contro Trieste posizionandosi all'ottavo posto in classifica con otto punti. 
Bibione Mare è anch'essa una squadra giovane e che, come per gli orogranata, nell'avvio di stagione deve trovare un equilibrio di gioco ma che dispone di tante soluzioni di attacco e di buoni cambi da poter far entrare a partita in corso. 
Si trovano al dodicesimo posto in classifica con tre punti all'attivo e nell'ultima giornata di campionato non sono riusciti ad imporre il proprio gioco contro C9 Arco Riva TN
"Sarà una gara importante e dura - precisa subito coach Zanin - non tanto perché con San Donà ci sfidiamo da tanti anni e in campo c'è sempre una sana e rispettosa rivalità, ma per una serie di fattori che non vanno certamente sottovalutati. 
In primis, il fatto che giochiamo fuori casa e che in questo avvio di campionato le nostre prestazioni distante da La Ghirada sono state sempre un po' altalenanti. 
Successivamente c'è il valore dell'avversario e, secondo me, la loro posizione in classifica inganna: sono sicuro che i loro giocatori, alcuni dei quali sono stati anche miei atleti, hanno avuto solo uno sgambetto iniziale ma sapranno dimostrare presto il loro valore. 
Guardando dalla nostra parte invece, devo dire che il lavoro in palestra procede abbastanza bene. Dopo le vittorie abbiamo un buon morale e questo sicuramente aiuta, ma dobbiamo ancora crescere sulla tenuta di gioco anche in allenamento. Alterniamo momenti di buonissima pallavolo ad altri ancora insoddisfacenti. Siamo sulla buona strada, ma il percorso è ancora lungo. 
Per battere gli avversari sarà necessario partire fin da subito con grande aggressività in battuta e attacco, sfruttando bene il nostro potenziale offensivo anche quando giochiamo fuori casa". 

Serie D in campo a Venezia contro il CUS Venezia.

 

Torna indietro