IL DIRETTORE TECNICO ZANIN: “CONTO SULLE CAPACITA’ E SULLA VOGLIA DI METTERSI IN GIOCO DEI RAGAZZI”

a cura di Valentina

Michele Zanin, direttore tecnico e allenatore dell'under 20/serie B

 

Al termine della seconda settimana di preparazione dei suoi atleti, Michele Zanin, allenatore dell’under 20/serie B e direttore tecnico della società, ci parla delle aspettative sul gruppo per la nuova stagione.

Coach Zanin, quest’anno il gruppo dell’under 20/serie B ha subito diversi cambiamenti, si è ringiovanito e nell’organico sono subentrati alcuni nuovi elementi. Cosa si aspetta da questo gruppo e da un campionato come quello di serie B che si rivela sempre complesso?

Affrontando come ogni anno il campionato di serie B con un gruppo under 20 è difficile fare pronostici. Credo che quest’anno sia stato fatto un grosso rinnovamento nel roster, ma i ragazzi sono bravi, sia quelli che hanno partecipato già l’anno scorso al campionato di serie B sia quelli subentrati dall’under 18, che nella scorsa stagione hanno disputato un campionato di serie C ad alti livelli. Io punto molto sulle loro capacità di miglioramento, sulla loro attitudine al lavoro di gruppo e sulla loro potenziale crescita tecnica. Oggi siamo sicuramente un gruppo che per il livello assoluto di serie B presenta qualche lacuna, ma conto che nel corso dell’anno riusciamo a colmare queste lacune e arriviamo a giocare con dei buoni standard.

Due atleti della sua rosa, Federico Crosato e Paolo Porro, sono reduci dalla vittoria del Mondiale under 19 a Tunisi e si aggregheranno nei prossimi giorni. Come crede che sarà il loro rientro e quale sarà il lavoro per reintegrare i due azzurrini dopo un’estate così impegnativa e piena di attività?

Innanzitutto, complimenti a Federico, Paolo e ad Alberto Pol che è cresciuto qui da noi e quest’anno militerà nella serie A3 con Trentino Volley. E’ un risultato incredibile che va a coronare un’estate di lavoro e di successi, mi riferisco allo scudetto qui con Treviso e alla medaglia d’oro all’EYOF. Per rispondere alla domanda, è sempre difficile avere certezze in questi casi. Sia nel caso in cui si consegua una vittoria sia nel caso in cui non giungano agli obiettivi prefissati, il rientro è sempre un punto di domanda. Ovviamente dal punto di vista tecnico e anche fisico dovrà essere fatto un lavoro differenziato per dare modo di rientrare nel ritmo della squadra e soprattutto di togliere tutte le tossine che un’estate come questa sicuramente lascia, ma sono anche sicuro che la voglia di rientrare e giocare con i propri compagni sarà altrettanto forte, come quella di cimentarsi al meglio delle proprie potenzialità nel campionato di serie B. Sono dei giusti temi che io e il mio staff dovremo affrontare, ma senza dubbio i ragazzi ce la metteranno tutta per rientrare.

Volley Treviso e Trentino Volley sono legati da una partnership a livello giovanile. Sappiamo che è stato impegnato in una due giorni di confronto a Trento con il tecnico della serie A Angelo Lorenzetti e con lo staff del settore giovanile di Trentino Volley. Cosa sta portando questa partnership tra una realtà come Volley Treviso, qualificata e affermata a livello giovanile, e Trentino Volley, club tra i primi in Italia e nel mondo?

Di base c’è un grande rapporto di stima con tutto lo staff della serie A e anche del settore giovanile, tra gli altri Francesco Conci, direttore tecnico, e Matteo Zingaro. Credo che il confronto vada sviluppato soprattutto dal punto di vista tecnico/tattico, del lavoro metodologico e sul piano della preparazione fisica. Sono sicuro che troveremo la disponibilità per poter approfondire dei temi molto rilevanti per la crescita del nostro gruppo.

 

Clicca qui per vedere il video dell'intervista

Torna indietro