GRANDE FESTA PER LA SERIE C: 3-0 SU KIOENE PADOVA E TORNA IN CAMPO MICHIELAN

a cura di Valentina

I giovani under 18 delle serie C di Treviso e Kioene Padova

 

TREVISO - Vittoria corale per la serie C orogranata sul fanalino di coda Kioene Padova nell’ultima partita prima della pausa natalizia, valevole per l’ottava giornata di andata. I ragazzi di coach Cappelletto riescono a sopperire all’assenza dell’opposto Novello (impegnato con la serie B a Portogruaro) con un buon gioco di squadra, spiccando soprattutto a muro (11 contro i 3 dei padovani) e commettendo meno errori nei momenti chiave del match. Da segnalare il ritorno in campo di Ettore Michielan dopo nove mesi nei quali ha dovuto giocare un match duro fuori dai campi di volley: al libero orogranata è stata simbolicamente consegnata la maglia di gioco da Alessandro Farina, l’unico libero dell’epopea Sisley, e dal presidente David Moro. Comprensibilmente emozionato, Michielan è stato schierato in campo sin da inizio match e ha dato prova di una buona forma fisica.

I set – Partenza a rilento per i padroni di casa, che faticano in ricezione. Due ace consecutivi di Cunial consegnano il primo break ai trevigiani (12-9), ma un paio di disattenzioni riportano la situazione in parità e coach Cappelletto chiama time-out (12-12). Le due squadre continuano punto a punto: Padova si fa sentire a muro e con un ace si porta sul 21-18. Coach Cappelletto è costretto a richiamare i suoi: è Mozzato a suonare la carica con due primi tempi punto, poi grazie ad un pallonetto di Soldan Treviso arriva a -1 (21-22). E’ ancora Mozzato a muro a trovare la parità, ma il capitano dei padovani Rossi riconquista per due volte la palla, annullando il primo set ball degli orogranata. Un errore in attacco di Padova dà un altro set ball a Treviso che con Barutta in battuta chiude 26-24.

II set – Inizio a fasi alterne nel secondo parziale, con entrambe le formazioni che soffrono in ricezione; Treviso spreca il vantaggio costruito in avvio e i padovani si rifanno sotto, capitalizzando le occasioni di contrattacco e passando in vantaggio sul 15-14. De Col in primo tempo impatta e con una diagonale di Cunial Treviso ripassa in vantaggio. Fisicaro in contrasto a muro allunga (19-16) e con un contrattacco alto sulle mani firma il 21-17. I padovani sono in affanno e commettono diversi errori ed è con due ace di De Col che Treviso si porta sul 2-0 (25-17).

III set – Coach Cappelletto cambia la formazione in campo schierando De Benetti libero e Nardelotto in banda: lo schiacciatore si mette subito in evidenza con due attacchi che rompono gli equilibri di inizio set. Padova è sempre all’inseguimento, mentre Treviso gioca in scioltezza in tutti i reparti e vola sull’11-7. Gli orogranata allungano, ma Padova inizia a toccare a muro e a contrattaccare, avvicinandosi pericolosamente (23-20 per i padroni di casa). Ci pensa Mozzato a mettere giù il primo tempo che porta il primo match ball e con un ace di Cunial Treviso chiude 25-20.

Sono molto contento per il ritorno in campo di Ettore, è questa la cosa più importante di oggi – sottolinea coach CappellettoPer quanto riguarda la partita sono soddisfatto perché siamo riusciti a creare una valida situazione di gioco e a trovare equilibrio e solidità nonostante l’assenza del nostro principale terminale d’attacco, Novello”.

Con questa vittoria da tre punti Treviso aggancia la terza posizione, dietro a Dual MGR e Avolley e sopra di un punto a Bassano Volley (che ha giocato una partita in meno). Il campionato degli orogranata riprenderà l’11 gennaio, ancora in casa contro il GS Povegliano.

SERIE C – GIRONE A – OTTAVA GIORNATA

VOLLEY TREVISO – KIOENE PADOVA 3-0 (26-24, 25-17, 25-20)

VOLLEY TREVISO: De Col 9, Barutta 7, Pegoraro ne, Fisicaro 7, Puppato 1, De Benetti L, Soldan 3, Cunial 10, Mozzato 11, Nardelotto 3, Mazzon 0, Michielan L, Favaro ne. All: Cappelletto

KIOENE PADOVA: Calzavara 0, Sorgato 8, Tolin ne, Rampazzo 1, Guastamacchia 5, Rossi 10, Gatto 6, Arturo 1, Scaroni 4, Zanatta ne, Bellomo L, Sella L, Perazzato 0, Mainardis 3, Menoncini 0. All: Sabbadin

 

Alessandro Farina e David Moro consegnano simbolicamente la maglia a Ettore Michielan

Torna indietro