FINALE NAZIONALE UNDER 18: TREVISO C’E! DOMANI CONTRO LA VINCENTE TRA LUBE MACERATA E TRENTINO VOLLEY A CACCIA DEL TRICOLORE (ore 11.00 DIRETTA STREAMING)

a cura di Claudio

Ci deve essere qualcosa nell’aria di Chianciano Terme che porta bene agli orogranata.

È senza dubbio un pensiero che in molti hanno fatto a queste finali nazionali Under 18 soprattutto dopo la palla del 25 a 19 del terzo set della semifinale tricolore contro la Kioene Padova che ha permesso ai ragazzi di coach Cappelletto di accedere alla finale più bella, domattina alle 11.00, incontrando la vincente tra Lube Macerata e Trentino Volley per la medaglia d’oro, anzi tricolore.

Quant’è bello quell’abbraccio a fine match, un match molto più sudato di quanto dica il risultato, che in un istante fa rivivere ai tifosi presenti (ed a tutto il resto della “famiglia” che durante la gara era collegata in streaming) le emozioni di una storia, la nostra storia, che pesa a volte come un macigno ma che in queste occasioni ci riempie di orgoglio.
Oggi, come nel 2015, il team di Cappelletto può dire di esserci e lo può fare urlando (c’era anche qualche lacrima nella mischia) la propria imposizione tecnica, tattica e morale in questa finale nazionale Under 18 che da giovedì ad oggi ha visto gli orogranata imporsi per 5 gare su 5 senza mai affrontare un tie break.
“Jhonny” è felice, si vede, ma non vuole saperne di concedersi distrazioni: “Godiamoci ancora qualche minuto di festa e poi torniamo concentrati per la gara di domani”.
Lui, in quel famoso scudetto del 2015 con i ragazzacci del 98/99, nel gradino più alto ci è salito e di sicuro nella sua schiena stanno, in queste ore, trasudando le stesse emozioni di allora.
Essere tra le due prime squadre d’Italia ripaga tutta la società dei tanti sacrifici che quotidianamente si fanno per mantenere alto il livello della nostra scuola di pallavolo - continua l’allenatore orogranata – ma il tempo per fare bilanci è per me ancora distante. Chiedo ai miei ragazzi di recuperare energie fisiche e mentali e di affrontare con serenità e determinazione la finale. Il campo dirà la sua”. Chianciano, non ci deludere…

Torna indietro