CROSATO E PORRO ANCORA SUL TETTO DEL MONDO: È ORO AL MONDIALE U21

a cura di Valentina

 

Due anni dopo la vittoria del Mondiale U19, l'Italia di coach Frigoni sale ancora sul gradino più alto del podio della competizione iridata, categoria U21: nella finale andata in scena domenica 3 ottobre a Cagliari contro la Russia gli azzurrini dominano e regolano i conti con un netto 3-0, soffrendo solamente nel secondo set, ma riuscendo comunque a riportarsi in vantaggio. Federico Crosato e Paolo Porro, centrale e palleggiatore cresciuti a Treviso, conquistano così un'altra medaglia pesantissima dopo l'oro mondiale del 2019 e l'argento europeo del 2020. E lo fanno da protagonisti, praticamente senza mai lasciare il rettangolo di gioco.

A fine competizione arriva anche il premio individuale di miglior palleggiatore per Paolo Porro, esattamente come due anni fa a Tunisi. Paolo, dopo un anno in Superlega a Modena, giocherà quest'anno alla Powervolley Milano di coach Roberto Piazza. Per Federico Crosato, che ha appena terminato il suo percorso giovanile a Treviso, inizia invece una nuova stagione alla Kioene Padova.

Per la società orogranata l'oro mondiale vinto da questi ragazzi è un altro grande motivo di orgoglio dopo la recente vittoria degli Europei Seniores, che hanno visto in campo Simone Anzani e Lorenzo Cortesia. Nel gruppo dell'U21 che ha lavorato tutta l'estate in vista dei mondiali, inoltre, c'è anche l'ex orogranata Alberto Pol, escluso dai 12 proprio alla vigilia della competizione. Alberto sarà quest'anno in forza al Delta Volley Poro Viro in serie A2.

Tabellino: ITALIA - RUSSIA 3-0 (25-19, 25-22, 25-20)

ITALIA: Crosato 6, Porro 1, Michieletto 18, Cianciotta 4, Stefani 11, Rinaldi 11, Catania (L). 
Ferrato, Gottardo. N.e: Comparoni, Schiro, Magalini. All. Frigoni
RUSSIA: Kurbanov 11, Brazhniuk 4, Murashko 15, Dineykin 8, Romanovskii 4, Vyshnikov, Fedorov (L). Anoshko 1,
Kazachenkov, Iutsevich, Morozov. N.e: Ionov. All. Mikhail  
Arbitri: Choi (KOR) e Carbajal Mozzo (URU)
Durata set: 23', 30', 30'.
Italia: 5 a, 9 bs, 7 m, 18 et. 
Russia: 7 a, 13 bs, 1 m, 24 et.

Torna indietro